LIBERTÀ DI SCELTA e DIRITTO AL REDDITO

21 MAGGIO: SCIOPERO! CONTRO IL D.leg 44

1 maggio Cub Sanità Piemonte

Dalle Stelle alle stalle

LIBERTA’ DI VACCINAZIONE E DIRITTO AL REDDITO

auto organizzazione

non sindacalisti di mestiere

🔺Molto rumore per nulla?Il rinnovo del CCNL multiservizi è arrivato abbondantemente fuori tempo massimo.L'ultimo rinnovo era del 2011.Nel frattempo questo contratto, ampiamente il peggiore tra quelli confederali, è stato utilizzato in sempre nuovi settori, ampliando notevolmente il suo uso al di fuori dell’ambito originario: fabbriche, biblioteche, uffici universitari, logistica, magazzini... migliaia di imprese lo utilizzano, con la complicità di cgil-cisl e uil , in posti di lavoro che avrebbero già un CCNL di riferimento.‼️Peccato che il CCNL Multiservizi costi di meno e che le aziende passino il tempo a studiare il modo di risparmiare.Già che c'erano in questo rinnovo hanno tentato il colpaccio: non pagare la carenza , ossia i primi tre giorni di malattia a carico del datore di lavoro. Su questo non sono passati anche perché cgil cisl e uil sono coscienti del fatto che firmando un contratto del genere avrebbero perso immediatamente ogni residua credibilità tra lavoratrici e lavoratori.Facciamo però attenzione: è prevista una commissione paritaria tra padroni e cgil cisl e uil per contrastare l'assenteismo. Vogliamo scommettere che ciò che è uscito dalla porta rientrerà dalla finestra?🟪 Per il resto, un po’ di pinkwashing con un generico contrasto alle molestie e violenze sui luoghi di lavoro e con il congedo pet le donne vittime di violenza🚫I padroni invece ottengono l'innalzamento della quota di lavoro a tempo determinato (25% delle lavoratrici complessive) lavoro in somministrazione (35%) e lavoro in somministrazione a tempo determinato( 15%); insomma un altro passo avanti per i padroni sulla strada della totale precarizzazione del lavoro in questo settore💸Se passiamo al contenuto economico possiamo essere indecisi tra il pianto e il riso: un secondo livello avrà un aumento lordo di 120 euro, non subito però che’ sarebbe troppa grazia, ma diluito in quattro comode rate da qui al 2025. Il che, con un contratto che scadrà nel 2024 la dice lunga sulla serietà di chi ha contrattato questo ennesimo errore. Crediamo che la misura sia colma.Ne abbiamo abbastanza di contratti che servono solamente ai padroni per ottenere i loro obiettivi!🔥Dobbiamo aprire una stagione di mobilitazione anche in questo settore con l'obiettivo di una seria revisione del contratto su questi punti minimi1. Applicazione del multiservizi solamente nel settore delle pulizie e manutenzioni. Non può esistere il generico CCNL “degli appalti “;2. Contrasto serio al lavoro precario e al part time imposto. Stabilizzazione delle ore effettive svolte, limitazione del tempo parziale alle sole necessità inderogabili, aumento dell'orario contrattuale per tutte e tutti ad almeno 24 ore settimanali;3. Aumenti salariali veri. Per recuperare quanto perso in questi dieci anni occorrono almeno 250 euro lordi al secondo livello e occorrono subito, non tra quattro anni! ... See MoreSee Less
View on Facebook

2 weeks ago

CUB Cuneo e Provincia
Finalmente uno sciopero generale di tutti i sindacati di base!!!! ... See MoreSee Less
View on Facebook

2 weeks ago

CUB Cuneo e Provincia
MARTEDI' 20 LUGLIO H19NCONTRIAMOCI NEL PARCO 📢📢MARTEDI' 20 LUGLIO H19INCONTRIAMOCI AL PARCO DELLA RESISTENZA DI CUNEO PER DISCUTERE DEL DDL ZAN 📢📢NON VEDIAMO L'ORA DI INCONTRARE ANCHE PERSONE CHE NON HANNO MAI PARTECIPATO AI NOSTRI INCONTRI! Non Una Di Meno Cuneo 🔥 ... See MoreSee Less
View on Facebook